TRX Suspension Training, istruzioni per l’uso col trainer Guido Puglisi

Guido Puglisi

Nato dall’esperienza di un ex Navy Seal (forze speciali della Marina USA), il suspension training, trx, ha iniziato a diffondersi capillarmente a partire dagli anni ’90, divenendo metodo d’allenamento ufficiale nel 2005. Gravità e peso del corpo sono i capisaldi di un metodo che sfrutta centinaia di esercizi a corpo libero da realizzare con apposite cinghie ed in grado di dar vita un prospetto d’allenamento onnicomprensivo.  Al CUS Catania il corso è tenuto da Guido Puglisi in due fasce orarie: 13:00 e 14:00 il martedì e giovedì. Vediamo di far luce su una disciplina sempre più in linea con l’attuale trend imperante nel mondo del fitness.

Guido come hai conosciuto il TRX e quando hai deciso di diventarne un istruttore?

Nel 2007 nella spiaggia di Carmel (California) vidi alcuni atleti che usavano delle cinghie gialle e nere, molto simili agli anelli, agganciate alla traversa di un’altalena metallica. Vedevo statue umane  impegnate ad eseguire in riva al mare straordinari esercizi in sospensione.  Dall’espressione molto concentrata dei volti e dal grado di tensione dei loro muscoli intuii subito che quel metodo di allenamento doveva essere veramente tosto. Tant’è che, poco dopo, quando mi dissero che il TRX  (Totalbody Resistence eXercise) era stato inventato per garantire ovunque ai Marines un allenamento completo ed efficace durante le missioni militari, completai il quadro. Decisi così di cominciare a provare, giusto per dare sfogo al mio entusiasmo che, da allora, mi porto sempre appresso. Molti dei miei allievi lo notano e me lo dicono spesso.

Quali sono i punti di forza di questa disciplina?

1° Grazie al TRX il pianeta terra è ora la tua palestra. Ci si può allenare ovunque (all’aperto è il massimo) in uno spazio di pochi metri quadrati ed in tempi anche molto contenuti. Basta solo un punto di aggancio (un albero, una gru, una porta ben chiusa…)

2° Gli obiettivi per cui è nata spiegano da soli che si tratta di una vero e proprio metodo allenante completo ed efficace. E’ funzionale alla preparazione atletica di tutti gli sport  (professionisti o dilettanti di qualsiasi livello) ed a chiunque desideri raggiungere e mantenere il proprio benessere psico-fisico.

3° I Più interessanti obiettivi raggiungibili grazie al TRX consistono nel potenziamento di certe capacità intrinseche del corpo umano: elasticità, resistenza. forza, equilibrio (propriocezione), concentrazione, coordinazione motoria. Oltre che: dimagrimento e riabilitazione motoria.

4° Nessun peso o macchina per eseguire centinaia di esercizi calistenici e pliometrici in sospensione basati sugli stessi movimenti eseguiti durante le nostre normali funzioni quotidiane (quindi funzionale).

 

A chi è destinata?

A chiunque. Non ha infatti limiti di sorta in termini di età, sesso, obiettivi e via dicendo. Bisogna tuttavia tener presente che, in presenza di patologie accertate o sospette (come per tutte le discipline sportive), occorre sempre il parere medico per sapere se e come seguire un programma di allenamento. 

 

Quali luoghi comuni vorresti sfatare in merito all’allenamento in sospensione?

Direi che oramai, grazie ai mezzi di informazione ed all’accesso più diffuso alle pratiche sportive, la validità di questo tipo di allenamento funzionale sia già ben nota e apprezzata dalla maggior parte delle persone che hanno capito quanto sia importante guardarsi attorno prima di effettuare le proprie scelte; non soltanto in termini di disciplina ma anche di affidabilità delle strutture a cui rivolgersi per esercitarle.

Da quanti anni sei un trainer del CUS Catania?

Dal 2011, quindi quest’anno fanno 9

I ricordi più emozionanti che hai maturato nella  nostra struttura?

Considero il CUS Catania una grande struttura, sia in termini di dimensioni che di prestigio. Tutte le persone che ci stanno dentro sono qualificate, serie ed affidabili senza riserva alcuna. Già queste considerazioni potrebbero esaudire la domanda. Ma devo aggiungere che la vera emozione la trovo nell’elevato turn-over di tesserati (soprattutto giovani) nella frequentazione dei vari corsi. E’ questa loro voglia di scoprire, di valutare, di toccare con mano tutte le possibilità e le varianti che questa Struttura offre loro che provoca in me una forte carica emozionale, costantemente rinnovata e vitale, decisamente positiva, un impareggiabile banco di prova.

Fai un appello per i nostri tesserati.

Una frase che mi piace molto: “una persona, per stare bene,  dev’essere forte, agile e resistente” . Ma devo assolutamente aggiungere che senza un’alimentazione qualitativamente e quantitativamente corretta non si va da nessuna parte.

P.S. venite tutti a provare il Suspension Training con il TRX