CUS Catania Rugby Under 18: storica impresa contro i campioni d’Italia della Capitolina

Secondo successo consecutivo alla quinta di campionato per l’Under 18 Elite del CUS Catania Rugby, che batte Capitolina Roma per 17-12 in un match coi contorni dell’ “impresa storica”come sottolineato dal Prof. Nino Puleo, dirigente di riferimento della sezione rugby cusina. Dopo un’avvio di stagione in chiaroscuro la formazione allenata dal duo Michele Amore – Pio Failla ha colto due importanti successi in altrettante settimane battendo Primavera Roma e mettendo alle corde i campioni d’Italia della Capitolina Roma, da sempre rinomata e consolidata realtà nel panorama rugbystico nazionale.
CUS Catania Rugby in totale controllo della gara sin dalla prima frazione di gioco, conclusa 7-0 grazie alla meta di Antonio Cacopardo, trasformata da Leonardo Amore. Stesso andazzo anche nel secondo tempo, con il CUS abile a rimpinguare il risultato con un piazzato di Leonardo Amore ed una meta di Vittorio Florio e Leonardo Amore. In chiusura, a risultato acquisito, due mete degli ospiti, di cui una non trasformata. “E’ stata una bella impresa, giocata al 150% dai ragazzi – commenta Michele Amore a fine gara – Entrambe le squadre hanno disputato un ottimo incontro. Parliamo, effettivamente, di una vittoria storica che indubbiamente fa morale anche perchè finora non eravamo mai riusciti a superarli con l’elite. C’è grande soddisfazione nella società e nello staff per quanto fatto in campo e l’auspicio è di poter continuare a dire la nostra”.

La rosa del CUS Catania Rugby nel match contro Capitolina:
1) Alessi Corrado
2) Amore Leonardo
3) Battaglia Brian
5) Cacopardo Antonio C
6) Caltabiano Giuseppe
7) Catalano Tommaso
9) Delfino Antonio
10) De Martino Matteo
11) Manola Andrea
12) Motta Antonio
13) Motta Stefano
14) Panebianco Marco
15) Rajola Emanuele
16) Sciacca Giovanni
17) Taccetta Marco
18) Florio Vittorio
20) Simone Schiavo
21) Salvo Cosentino
4)Bertino Stefano
13) Gulisano Ruggero
25) Virgillito Antonio
26) De Francesco Stefano

Allenatori: Michele Amore – Pio Failla